Il processo dell’Ammiraglio di Persano con una prefazione ed un’appendice di documenti inediti sulla Campagna navale di Lissa (1866)

160,00

LUMBROSO, ALBERTO

Descrizione

Roma: Bocca, 1905. Tre parti in un volume, ciascuna con proprio frontespizio. CXXVIII; 378; [2], 348 pagine. 34×25 cm. L’indice dell’opera, originariamente posto in fine, si trova all’inizio. Numerose tavole ed illustrazioni. Rilegatura coeva, in mezza pergamena e angoli, che presenta lievissime screpolature ed un’abrasione sul piatto anteriore. Leggermente brunito l’interno. Piccole mancanze restaurate sul margine interno delle ultime due pagine. Monumentale opera relativa alla cocente sconfitta navale subita dalla nostra flotta, nel luglio del 1866 al largo dell’isola di Lissa di fronte a Spalato, ad opera di una squadra navale austriaca al comando del Contrammiraglio Wilhelm von Tegetthoff . Lo scontro, a causa di errori ed incomprensioni, si rivelo’ disastroso con la perdita di due corazzate, fra cui l’ammiraglia Re d’Italia, e 650 uomini a fronte di irrisorie perdite austriache. L’ Ammiraglio Carlo Pellion di Persano, comandante della squadra italiana, fini’ davanti all’Alta corte di giustizia e venne degradato e condannato per imperizia, negligenza e disobbedienza. In quest’opera, strutturata in tre parti, l’autore intende riabilitare Persano attraverso un corposo saggio storico-militare ed una notevolissima quantita’ di documenti. Notevole anche l’apparato iconografico.[M202]

Informazioni aggiuntive

Peso6000 g