Lettres de Saint Jean Chrisostome, traduites en francois sur le Grec des PP. Benedictins de la Congregation de saint Maur

35,00

[CRISOSTOMO, GIOVANNI]

Descrizione

Paris: P. Gandouin, 1732. Due volumi. XXVIII, 514; XXXV, [1], 464 pagine. 19×13 cm. Rilegatura coeva in piena pelle a cinque nervi, con abrasioni e piccole mancanze, in partocolare alle cuffie. Dorso a scomparti, con fregi floreali e titoli in oro. Fogli di guardia decorati. Interno molto fresco, con lievissime bruniture e sporadiche fioriture. [M205] Opera di notevole rarita’. Giovanni Crisostomo, o Giovanni d’Antiochia (Antiochia, 344/354 – Comana Pontica, 407), arcivescovo e teologo bizantino, fu il secondo patriarca di Costantinopoli. E’ commemorato come santo dalla Chiesa Cattolica e dalla Chiesa Ortodossa e venerato dalla Chiesa copta; e’ uno dei 36 Dottori della Chiesa. La sua eloquenza, le sue doti retoriche nell’omiletica, impregnata di tradizione patristica greca e della scuola antiochena, gli valsero l’epiteto ”Crisostomo” (letteralmente ”bocca d’oro”). Il suo zelo e il suo rigore furono causa di forti opposizioni alla sua persona. Scrisse omelie antigiudaiche utilizzate nei secoli come pretesto per le discriminazioni e persecuzioni contro gli ebrei. Mori’ esule.

Informazioni aggiuntive

Peso1200 g