Poesie popolari erotiche e morali. [Unito con:] Nuove poesie popolari

90,00

CAVARA, CESARE

COD: 10569 Categoria: Tag:

Descrizione

[Bologna]: Societa’ tipografica bolognese, 1852-1855. Due tomi in un volume. 116, [4], 110, [2], 16 pagine. 21×14 cm. Rilegatura coeva in mezza pelle e angoli, con lievi abrasioni ai piatti; tassello con titoli manoscritti al dorso. Interno molto buono, con lievi bruniture e sporadiche fioriture. Piega agli angoli superiori delle ultime carte. Una tavola illustrata in antiporta in ciascun tomo; dedica di antica mano sulla parte superiore di quella del primo tomo. Rifilate presso il margine esterno le ultime otto carte, con perdita di poche lettere. Alcune illustrazioni nel testo e fuori colorate a mano e numerosi finalini incisi, anch’essi in gran parte acquarellati. [M180] Opere di notevole rarita’. Cesare Cavara (Anzola dell’Emilia, 1818 – Brescia, 1880), dottore in lettere e filosofia, intraprende giovanissimo la carriera di docente. La sua attivita’ letteraria ha inizio con la traduzione Favole esopiane (Bologna, 1840), proseguendo poi, tra le altre, con le raccolte Poesie popolari, erotiche e morali (Bologna, 1852), Nuove poesie popolari (1855) e Poesie popolari (Firenze, 1859). Ricopre le cariche di ispettore per gli studi primari per la provincia di Bologna e i circondari scolastici di Imola e Vergato e di provveditore agli studi di Ravenna, Forli’, Lucca, Massa Carrara, Novara, Vicenza e Brescia.

Informazioni aggiuntive

Peso350 g