POUJOULAT, JEAN-JOSEPH-FRANCOIS

Rapport fait au nom des comites de salut public et de surete’ generale, sur les evenemens du 9 thermidor, An. II […]

140,00

Descrizione

Paris: Imprimerie nationale, [1796]. [1], 220 pagine. 22×15 cm. Rilegatura moderna in mezza tela con alcune leggere macchie e bruniture, una piccola mancanza al dorso e cuffie ammaccate; tassello sul dorso. Bruniture e fioriture all’interno; staccato il frontespizio. Rifilate presso il margine esterno le ultime sei carte. Copertina posteriore della brossura muta originale incollata su antico foglio stampato di riciclo. [M117] Opera di notevole rarita’. Il colpo di Stato del 9 termidoro, avvenuto nel secondo anno della neo-costituita Repubblica (corrispondente al 27 luglio 1794), fu uno dei momenti decisivi della Rivoluzione francese. Una parte dei componenti del Comitato di salute pubblica si sollevo’ contro Maximilien Robespierre e i suoi piu’ stretti collaboratori, i quali avevano assunto un ruolo dominante nel governo rivoluzionario nel cosiddetto periodo del ”Terrore”. Robespierre, Louis Saint-Just e Georges Couthon, i cosiddetti ”triumviri”, e molti loro sostenitori furono arrestati e ghigliottinati. Denominato anche ”Reazione termidoriana” o semplicemente ”Termidoro”, il colpo di Stato provoco’ la fine del predominio dell’estrema sinistra giacobina e dei sanculotti, la fine del Terrore e l’assunzione del potere da parte di una classe dirigente (i cosiddetti ”Termidoriani”), pure in parte compromessa con gli eccessi del periodo terroristico, che sviluppo’ una politica piu’ moderata, in opposizione alle istanze estremistiche delle classi popolari e favorevole alla nuova borghesia arricchita.

Informazioni aggiuntive

Peso450 g