TOMMASI, SALVATORE

Scritto autografo firmato relativo al futuro del popolo italiano

60,00

COD: 12881 Categoria: Tag: , ,

Descrizione

Documento manoscritto al recto, datato: Napoli, 10 aprile 1883. 27×21 cm. Alcuni strappi abilmente restaurati. Bruniture e tracce di aderenze sia al recto che al verso. Altro scritto, non identificabile, sul verso. Salvatore Tommasi (Roccaraso, 1813 – Napoli, 1888) patologo, seguace delle teorie darwiniste, fu uno dei massimi esponenti del positivismo italiano. Mente illuminata e fervente patriota, ottenuta la cattedra di Clinica medica a Napoli nel 1846, due anni dopo fu costretto all’esilio per il suo impegno antiborbonico. Nel 1864 venne nominato Senatore per i suoi meriti politici e un anno dopo venne reintegrato nell’Università di Napoli. In questo interessante scritto esprime concetti di sorprendente lungimiranza: ”Il popolo italiano per riprendere l’energia medioevale, che è stata la grande epoca dell’Italia, avrebbe bisogno di mescersi con nuovi barbari, onde rifare il suo sangue, ora fatto anemico e poverissimo di globuli. Siam giunti a tale che si deifica un burattino senza aver coscienza di deificarlo, o si calpesta un galantuomo facendo vista di onorarlo”. [A]

Informazioni aggiuntive

Peso100 g